Vantaggi

Se lo scopo dell'analisi Ŕ di valutare la concentrazione di una specie, la spettrofluorimetria "classica" Ŕ una tecnica che permette di avere un limite di rilevabilità già di quattro ordini di grandezza superiore rispetto alle tecniche di assorbimento.
L'utilizzo di una sorgente laser permette risultati ancora migliori, specie nel caso di concentrazioni molto esigue.
Secondo l'equazione Q = I0 (2.3ebc) fF l'intensità della luce emessa (Q) dipende dall'intensità della luce eccitatrice (I0). Di conseguenza, il limite di concentrazione rilevabile (c) è legato all'intensità I0 emessa dalla sorgente.
Sperimentalmente si è osservato che con una sorgente tradizionale si ha un limite di rilevabilitÓ dell'ordine di 10-12 mol/l, mentre con una sorgente laser, di gran lunga più intensa, si raggiunge l'ordine delle 10-21 mol/l.