Eptaclor


Aspetto
Stick
Ball & stick
spacefill


Rotazione
on/off


Reset
Reset all


Nome chimico: 1H-1,4,5,6,7,8,8-eptacloro-3a,4,7,7a-tetraidro-4,7-metanoindene

Formula molecolare: C10H5Cl7

Peso molecolare: 373.32

Stato: solido cristallino

Temperatura di fusione: 95-96°C

LD50: 100-162mg/Kg (oralmente, in topi di sesso sia maschile che femminile)

Uso: insetticida

Solubilità (in g/100ml di solvente a 25°C):
acetone..............................75
benzene.............................106
alcool.................................4,5
Xilene.................................102
tetracloruro di carbonio....112
Cicloesanone.....................102

L’'eptaclor uccide gli insetti per contatto o in seguito ad ingestione. E’ utilizzato soprattutto contro insetti del suolo e termiti, talvolta però anche contro la malaria e i parasiti delle piante.

Nell’uomo induce un’ipereccitazione del sistema nervoso centrale e provoca danni al fegato. È sospettato d’essere cancerogeno. È inoltre ritenuto responsabile della decimazione di numerose popolazioni di uccelli.
Permane inalterato nel terreno fino a 2 anni prima di dimezzarsi.
L'EPA (Environmental Protection Agency) ha vietato la registrazione di pesticidi contenenti tale composto con l'eccezione del controllo delle termiti e l'immersione delle radici di piante non alimentari.