Le proprietà luminescenti


Le transizioni tra i vari stati elettronici e vibrazionali che originano i fenomeni di fluorescenza e fosforescenza possono essere efficacemente descritti mediante i diagrammi di Jablonski51,52.

diagramma di Jablonski

Quando la configurazione elettronica di una molecola viene portata allo stato eccitato, gli elettroni tendono a decadere e l'energia viene dispersa tramite processi radiativi e non radiativi.
Per saperne di più sui processi non radiativi e sulla legge che li governa, (Fermi golden rule) clicca qui.


L'insieme dei processi radiativi costituisce i fenomeni di luminescenza.

Tra questi viene indicata come fluorescenza l'emissione di luce derivante dalla transizione di un elettrone da un livello eccitato a uno fondamentale, quando tale transizione non richiede la variazione dello spin dell'elettrone stesso (S1→S0). Per saperne di più sulla fluorescenza, clicca qui.

La fosforescenza invece è l'emissione di luce derivante dalla transizione di un elettrone da un livello eccitato ad un livello fondamentale, quando tale transizione richiede un'inversione dello spin dell'elettrone (T1→S0).
Per saperne di più sulla fosforescenza, clicca qui.

Per saperne di più sulla luminescenza di complessi di metalli di transizione, clicca qui.

Per saperne di più sulle proprietà luminescenti del complesso fac-Ir(fenilpiridina)3, clicca qui.