Glossario[1,24,25]

Vai a: Glossario "Chimico"


 Anedonia: In psicologia e psichiatria descrive l'incapacità di un paziente a provare piacere, anche in circostanze e attività normalmente piacevoli come dormire e nutrirsi.

 Anestesia combinata: Associazione di due tecniche anestetiche differenti.
  Topica: Abolizione reversibile della sensibilità in una piccola parte del corpo mediante la somministrazione esterna e localizzata di anestetici sotto forma di creme, unguenti, gel o spray.

 Bradicardia: È una condizione definita come riduzione della frequenza cardiaca inferiore al valore di 60 battiti al minuto. Può manifestarsi fisiologicamente negli sportivi e talora negli anziani. In questi casi la frequenza cardiaca a riposo può essere inferiore ai 50 battiti al minuto. In altri casi è invece una manifestazione patologica e rientra nella trattazione delle aritmie.

 Bruxismo: Consiste nel digrignamento dei denti, dovuto alla contrazione della muscolatura masticatoria, soprattutto durante il sonno. Generalmente viene considerato come una "parafunzione", ovvero un movimento non finalizzato ad uno scopo. Il digrignamento perdura per 5-10 secondi e, durante la notte, questo evento può ripetersi varie volte.

 Cianosi: È uno stato di colorazione bluastra della pelle e delle mucose, dovuta alla presenza nel sangue di più di 5g/100ml di emoglobina ridotta (non ossigenata). È segno di disturbi circolatori o respiratori.

 Coma: In medicina si definisce coma un profondo stato di incoscienza che può essere provocato da intossicazioni (stupefacenti, alcool, tossine), alterazioni del metabolismo o danni e malattie del sistema nervoso centrale. Fra tutte, le più comuni cause di coma sono le alterazioni del metabolismo.

 Disforia: Viene utilizzato in psichiatria per indicare un'alterazione dell'umore in senso depressivo, accompagnato da irritabilità ed agitazione.

 Emivita: L'emivita (t1/2) è un parametro farmacocinetico che indica il tempo richiesto per ridurre del 50% la quantità di un farmaco nel plasma o nel siero (nel sangue). L'emivita, o tempo di dimezzamento di un farmaco, è inversamente proporzionale alla sua clearance (indica il volume di plasma dal quale i reni sono in grado di eliminare una certa sostanza nell’unità di tempo) e direttamente proporzionale al suo volume di distribuzione.

 Euforia: Si intende uno stato di esaltazione psichica, esuberanza e felicità eccessive, derivanti sia da un benessere fisico che da un sentimento di coerenza tra mente e corpo.

 Ganglio: Punto di connessione tra diversi tipi di cellule nervose, è formato da un ammasso di corpi cellulari di neuroni posti fuori dal sistema nervoso centrale. La sua funzione è di snodo delle informazioni neuronali dal sistema sensitivo a quello motorio e viceversa.

 Idrofilia: Per idrofilia si intende la proprietà fisica delle molecole a legarsi con l'acqua. Una molecola idrofila o porzione di essa è generalmente polarizzata elettricamente e in grado di formare legami a ponte d'idrogeno, permettendole di sciogliersi più prontamente in acqua che in olii o altri solventi apolari. Le molecole idrofile possono stabilire legami ad idrogeno con quelle dell'acqua (H2O).

 Idrofobicità: Per idrofobia si intende la proprietà fisica delle molecole di essere respinte dall'acqua. Le specie idrofobe o lipofile tendono ad essere elettricamente neutre e apolari, e preferiscono solventi neutri o apolari. Idrofobico è spesso sostituito con i termini oleoso e lipofilico.

 Iperalgesia: Stato di eccessiva risposta dolorosa a stimoli dolorosi di lieve entità.

 Iperkaliemia: Eccessiva concentrazione di potassio (K) nel sangue.

 Ipofisi: È una ghiandola endocrina situata alla base del cranio. Consta di due lobi, strutturalmente e funzionalmente diversi, che controllano, attraverso la secrezione di numerosi ormoni, l'attività endocrina e metabolica di tutto l'organismo: il lobo anteriore (adenoipofisi) e il lobo posteriore (neuroipofisi).

 Iponatriemia: Corrisponde ad una sodiemia, ossia il livello di concentrazione di sodio (Na) nel sangue, inferiore a 130 mmol/l. Si considerano normali i valori compresi tra 135-145 mmol/l.

 Isomeri di struttura: L'isomeria è un fenomeno molto frequente nei composti chimici, principalmente organici, per cui due o più sostanze aventi la medesima composizione differiscono per almeno una delle loro proprietà chimiche o fisiche: ciò dipende dalla possibilità che ad una certa formula bruta corrispondano più composti aventi diversa formula di struttura. L'isomeria strutturale può essere distinta in isomeria di catena ed isomeria di posizione. La prima trae origine dalla diversa posizione degli atomi di carbonio ed è particolarmente frequente negli idrocarburi alifatici e loro derivati. La seconda è presente nei composti che differiscono per la diversa posizione occupata nella molecola da uno o più gruppi di atomi sostituenti.

 Istolesività: Qualsiasi cosa causi sofferenza di tipo biologico ad un tessuto di organismo vivente.

 Ossidazione: Termine che in orgine designava la reazione chimica di combinazione diretta di un elemento o di un composto con l'ossigeno; il processo inverso, per cui ad una sostanza viene sottratto ossigeno, era definito riduzione. In senso più generale vengono chiamate ossidazioni tutte le reazioni nelle quali si verifichi una perdita di elettroni da parte di un elemento (riducente), sia nel suo stato elementare sia sotto forma di composto, o da parte di un gruppo funzionale in una molecola, ed un acquisto di tali elettroni da parte di una sostanza. Nel corso della reazione si ha un trasferimento di elettroni: il riducente, che li perde, risulta ossidato, mentre l'ossidante, che li acquista, risulta ridotto.

 Precordialgie: Dolori che si avvertono davanti al cuore, dovuti tanto a patologie cardiache, quali angina o infarto, quanto a problemi muscolari o sistemici.

 Sistema limbico: Rete di neuroni soprattutto subcorticali che formano anse all'interno dell'encefalo e collegano l'ipotalamo alla corteccia cerebrale e altre strutture. Viene considerato la sede delle emozioni e delle sensazioni come la fame, la sete, il desiderio sessuale; ma soprattutto la sede della memoria e dell'apprendimento.

 Tachicardia: La tachicardia è una forma di accelerazione del battito cardiaco, con aumento della frequenza dello stesso e con pulsazioni oltre i 120 battiti al minuto. Si classificano principalmente tre forme di tachicardia: sinusale, eterotopa ed atriale.

 Tinnito: È un disturbo molto diffuso tra le persone anziane (e non solo), consistente nel percepire costantemente un ronzio nelle orecchie.

 Tossiemia: È il rilievo di sostanze nel sangue a concentrazioni tossiche per l'organismo in questione.

 Transesterificazione: È la trasformazione di un estere in un altro estere per reazione con un alcol. La reazione è simile a quella di una normale esterificazione e, come quest'ultima, è catalizzata da un ambiente acido o alcalino.