Tossicità[18,19,20,21]


Le reazioni tossiche degli anestetici locali sono la conseguenza di un eccessivo livello di farmaco nel sangue.

Il raggiungimento di concentrazioni tossiche può essere la conseguenza di due errori procedurali:

  1. somministrazione di una dose di anestetico superiore a quella consigliata (sovradosaggio);
  2. accidentale iniezione intravasale;
Tipo di errore procedurale Probabilità di insorgenza Inizio sintomatologia Intensità sintomatologia
Sovradosaggio Meno frequente 3 – 5 min
  • Aumento rapido dose-dipendente (lunga durata)
  • SNC:fase di eccitazione-fase di depressione
  • Depressione sistema cardiocircolatorio
Iniezione intravasale La più frequente Immediato
  • Tossiemia grave a rapidissima evoluzione
  • Convulzioni generalizzate
  • Arresto respiratorio/cardiocircolatorio
  • Coma

La tossicità degli anestetici locali e la comparsa di eventuali effetti collaterali dipendono dalla modalità di somministrazione, dal sito di inoculazione o somministrazione del farmaco, dal peso corporeo e dalle condizioni del paziente.
Per esempio, le manifestazioni tossiche sono uguali nell'adulto e nel neonato, ma una dose di anestetico locale maggiore in quest'ultimo è più tossica che nella persona adulta.
In gravidanza risulta essere più cardiotossica la bupivacaina rispetto alla lidocaina, alla mepivacaina ed alla ropivacaina.
La tossicità relativa di un anestetico locale è correlata alla sua potenza: tra i farmaci anestetici più comunemente usati, la bupivacaina risulta essere la più tossica (in particolar modo risulta altamente cardiotossica per le donne in gravidanza), seguita da lidocaina e mepivacaina.

Anestetico Dose massima, mg/kg
Bupivacaina 1.6
Lidocaina 6.4
Mepivacaina 9.8

Principalmente viene interessato il sistema nervoso centrale (S.N.C.), ma vi può essere anche una compromissione a livello del sistema cardiovascolare e dell’apparato respiratorio.

Sistema Nervoso Centrale
Sistema cardiovascolare
Apparato respiratorio