Incremento della glicemia
Alcuni risultati notevoli sono stati ottenuti dall’analisi dell’influenza della teobromina sul metabolismo del glucosio. Le metilxantine inibiscono l’enzima fosfodiesterasi consentendo un incremento della concentrazione intracellulare di AMPc. È noto che la concentrazione intracellulare di AMPc è coinvolta nella regolazione della secrezione di insulina dalle cellule pancreatiche e dal “output” di glucosio del fegato. La presenza delle metilxantine influisce quindi sul metabolismo del glucosio incrementando il livello di glicemia nel sangue. Le difficoltà in questi esperimenti risiedono nella determinazione quantitativa dell’incremento. Sembra infatti, come logico, che l’incremento di glicemia varii in funzione dell'individuo sottoposto ad analisi.

Proprietà ipocolesterolemiche
La teobromina sembrerebbe influire anche sul livello di lipidi liberi nel sangue nonché sul peso corporeo. Eteng and Etarh hanno dimostrato che la dose 700 mg/kg di teobromina pura riduce significativamente il livello di lipidi e il peso corporeo dei ratti. Tuttavia non è ancora stata osservata una correlazione fra livello di lipidi, peso corporeo e estratti del cacao, così forte come quella osservata dopo somministrazione di teobromina pura. Questi studi indicano che il cacao possiede una certa capacità di abbassare il colesterolo. È noto che la teobromina è responsabile dell’attivazione dell’enzima lipasi che idrolizza i trigliceridi e rilascia acidi grassi liberi e glicerolo dai tessuti adiposi al sangue.

Proprietà antitumorali
Uno studio ha dimostrato il positivo effetto della teobromina sul cancro. La teobromina inibisce la comparsa del cancro nelle cellule ovariche. Essa viene infatti inserita nella composizione della soluzione reagente della chemioterapia. Tuttavia l’assunzione di teobromina da parte di soggetti maschile sembrerebbe essere correlata all’incremento del rischio di cancro al prostata.

Stimolazione della serotonina

Per concludere sembrerebbe che le metilxantine siano fra i principali attori della stimolazione dell’ormone dell’umore: La serotonina