Polli alla diossina[12]                    

Per un banale incidente, in Belgio nel gennaio del 1999 scoppiò il caso dei polli alla diossina. Un silos di farine animali fu contaminato con 100 litri di bifenili policlorurati fra cui diversi grammi di diossina. L’incidente fu scoperto quando i polli avvelenati cominciarono a morire contemporaneamente nelle fattorie che avevano ricevuto il mangime contaminato.
Il ritardo con cui queste informazioni furono rese pubbliche contribuirono non poco a creare sconcerto fra la popolazione. Fortunatamente sembra che solo gli abitanti delle circa 30 fattorie che avevano abitualmente consumato i prodotti del loro lavoro abbiano ricevuto un aumento del carico corporeo di diossina[54].