Gli Egizi

esempio di vaso greco

Gli egizi introdussero il lavaggio dei pigmenti per aumentarne la forza colorante e la purezza; inoltre utilizzarono per rossi accesi il realgar (bisolfuro di arsenico), un minerale che si trovava nelle zone geotermali e vulcaniche , come nei dintorni del Vesuvio e dell’Etna, ma anche in zone dolomitiche [1]. Inoltre gli egizi capirono come utilizzare i coloranti derivanti da fonti animali o vegetali facendoli divenire lacche, miscelandoli con argilla inumidita per formare un precipitato insolubile.