Pigmenti organici e lacche

I PIGMENTI ORGANICI

Sono sostanze coloranti che differiscono da quelle tintorie per essere insolubili sia in acqua che in oleoresine. A differenza dei pigmenti inorganici presentano un potere colorante e coprente decisamente migliore e tonalità di tinta estremamente brillanti e pulite. Hanno notevole stabilità agli acidi ed agli alcali talvolta anche al calore ed, essendo chimicamente stabili e in molti casi privi di metalli pesanti, non sono dannosi per l'organismo umano né per ingestione né per contatto con la pelle. Notevoli progressi sono stati fatti in alcuni pigmenti di sintesi per migliorare la stabilità alla luce fino a superare quella dei corrispondenti inorganici.

Vi sono diverse tipologie di pigmenti organici: i pigmenti azoici, le ftalocianine, i pigmenti chinacridonici e le lacche. Quest’ultimo gruppo è quello che viene preso in considerazione nel caso dei pigmenti rossi per pittura, infatti si tratta principalmente di lacche rosse. [a]

- LE LACCHE

Sono pigmenti ottenuti rendendo insolubili dei coloranti o precipitandoli come sali insolubili di cationi metallici o, a seconda della natura del colorante, con poliacidi complessi come l'acido fosfomolibdico o fosfotungstico. Le lacche sono pigmenti organici conosciuti da più tempo perché ricavati dai coloranti naturali. Non hanno un'ottima resistenza alla luce (tranne la lacca di garanza), ma toni di colore molto vivaci, brillanti e trasparenti. [a]

GLOSSARIO
Italiano Inglese

Rosso di garanza

Madder lake

Rosso di alizarina

Alizarine crimson

Rosso di kermes

Kermes Red

Rosso di cocciniglia

Cochineal Red

Rosso carminio

Carmine Red or Crimson Lake

Sangue di drago

Dragon's blood

Verzino

Brazilwood Red

Rosso magenta o fucsina

Magenta Red or fuchsine