USO DI ACQUA O LIQUIDI IONICI NELL'AMBIENTE DI REAZIONE
L'acqua è senza dubbio il solvente organico più pulito dal punto di vista ecologico e meno costoso. E' tuttavia impossibile utilizzare, nella maggior parte dei casi,l'acqua come solvente per organocatalisi asimmetrica. Sono note reazioni organocatalizzate che in acqua non sono in grado di avvenire a causa della formazione di emulsioni che sequestrano letteralmente lo stato di transizione dall'ambiente di reazione.
E' tuttavia possibile utilizzare l'acqua con il ruolo di additivo o cosolvente, soprattutto per addizioni aldoliche:





Da menzionare anche l'utilizzo di liquidi ionici chirali come additivi. Essi agiscono coniugandosi ai catalizzatori pirrolidin-derivati al fine di massimizzare la stereo ed enantioselettività delle reazioni organocatalizzate.
Un altro ruolo di questi liquidi ionici, potenzialmente utilizzabile per la ciclizzazione a livello industriale di queste reazioni, consiste nel rendere più facilmente separabile e riconoscibile il catalizzatore dal prodotto finale, con miglioramenti sia nella purezza di quest ultimo, sia nella compatibilità ecologica del ciclo produttivo.