CICLOADDIZIONE
Le ammine secondarie chirali catalizzano anche le cicloaddizioni [4+2], attraverso la formazione reversibile di un intermedio imminico a partire da un'aldeide insatura (o da un chetone insaturo) e il catalizzatore.
L'accellerazione è dovuta ad un abbassamento dell'HOMO dello ione imminio in conseguenza alla coniugazione con un doppio legame.
Si è trovato che i catalizzatori più efficienti sono i sali di ammonio di imidazolidine e pirrolidine chirali.

Purtroppo nelle reazioni coinvolgenti i chetoni non tutti i catalizzatori permettono di raggiungere rese ed enantioselettività soddisfacenti. Dei due catalizzatori sotto riportati quello a sinistra dà purtroppo rese basse e nessuna enantioselettività, mentre quello di destra dà rese comprese tra il 24% e l'89%, con eccessi enantiomerici anche superiori al 92%.