REAZIONI CON COMPLESSO DI TRANSIZIONE COVALENTE
Mentre molti catalizzatori metallici sono buoni acidi di Lewis, i catalizzatori organici tendono a reagire o attraverso l’eteroatomo come basi di Lewis,oppure come acidi di Brønsted.
Ad oggi però la maggior parte degli organo-catalizzatori utilizzati sono bifunzionali: sono cioè sia acidi di Brønsted sia basi di Lewis. In questo modo riescono ad attivare sia il donatore che l'accettore di elettroni, accellerando notevolmente la reazione.

Per maggiore chiarezza considereremo però separatamente i casi di catalisi nucleofila in cui viene attivato il donatore, e quelli di catalisi elettrofila in cui viene invece attivato l'accettore di elettroni.

La maggior parte delle reazioni organo-catalitiche si basano sulla reattività delle ammine. Nelle ammino-catalisi asimmetriche come catalizzatori chirali si utilizzano amminoacidi, peptidi, alcaloidi, e molecole di sintesi contenenti atomi di N. Queste reazioni procedono o attraverso la formazione in un'enammina, il che porta ad un'attivazione del donatore, o attraverso la formazione di un sale "onio", il che porta ad un'attivazione dell'elettrofilo, accettore di elettroni.





Catalisi nucleofila

Catalisi elettrofila