Orpimento

Orpimento

Nomi Antichi
Giallo di Zolfo
Giallo Reale
Giallo di China
Giallo di Spagna
L'orpimento è un minerale nativo di colore giallo molto luminoso, simile al colore dell'oro come indica l'etimologia del nome stesso ("orpimento" deriva dal francese "orpiment" che a sua volta riprende il latino "auripigmentum", cioè "pigmento color dell'oro"). E' costituito da trisolfuro di arsenico. Allo stato naturale si può trovare sia puro che associato al realgar(solfuro di arsenico dal colore rosso aranciato). Allo stato puro si presenta sotto forma di lamelle brillanti e flessibili, dalle quali si ottiene una polvere giallo-oro, mentre miscelato al realgar ha un aspetto più squamoso e si sgretola anzichè sfaldarsi come l'orpimento puro.
Giacimenti di orpimento si trovano nelle terre vulcaniche dell'Asia Centrale, in Siria, in Boemia, in Valacchia, in Macedonia, in Perù. Grandi depositi di As2S3 si trovano nel Kurdistan e in Cina.
Esiste anceh un orpimento artificiale, fondendo insieme il realgar e lo zolfo.
Cenni storici
E' un pigmento usato fin dai tempi più antichi. Il suo uso sarebbe attestato nell'antico Egitto ai tempi della XVIII dinastia (XVI-XIV sec. a.C.). Campioni di orpimento risalenti al V-IV sec. a.C. sono stati riscontrati in una non meglio specificata tomba greca da Rhousopoulos.
Notizie sull'orpimento vengono riferite da Teofrasto, Plinio e Vitruvio. Altri riferimenti sono facilmente riscontrabili in tutta la trattatistica sulla tecnica della pittura dal Medioevo in poi.
Molti sono i difetti ceh vengono rilevati dai vari autori, ma compensati evidentemente dalla bellezza della tinta difficilmente imitabile con altri pigmenti; non si spiegherebbe altrimenti la discreta diffusione di questo pigmento, caduto in disuso soltanto nel secolo scorso.
Caratteristiche chimiche
formula chimica As2S3
colore giallo oro
lucentezza grassa, madreperlacea sulle superfici di sfaldatura
opacità trasparente in lamine
sfaldatura perfetta secondo {010}
durezza da 1,5 a 2 Mohs
densità 3,48 g/cm³
classificazione Strunz II/F.02-70
gruppo spaziale P 21/n
Ha un eccellente potere coprente, resta inalterato in acido ad eccezione di quelli con piombo e rame. Solubile nelle basi (potassa caustica, ammoniaca, carbonato di ammonio ecc..).