Rosso Cinabro

Rosso Cinabro

Nomi Antichi
Senauro
Cinabrum
Vermilium
Cinaprio
Il cinabro è un colore ricavato dalla macinazione del minerale omonimo contenente solfuro di mercurio (HgS). Tale minerale si può trovare in giacimenti diversi per natura e per età ed ancor oggi, in piccola misura, continua a formarsi nelle solfatare e in sorgenti termali, come quelle di Sulphur Bank (California) e di Steamboat Springs (Nevada). Attualmente le miniere più importanti di cinabro (utilizzate esclusivamente per l'estrazione del mercurio) sono quelle del Monte Amiata (Toscana) e quelle di Idra (Istria), poi quelle spagnole di Almadèn (Nuova Castiglia) e quelle cinesi del Kweichow (Cina Meridionale).
Cenni storici
L'uso più antico del cinabro, come pigmento rosso, risale all'epoca delle dinastie Shang (1523-1023 a.C.) e Chou (1027-256 a.C.) in Cina, dove era considerato uno dei più importanti materiali dell'arte pittorica a dell'alchimia. In Occidente sembra sia stato impiegato solo dal VI secolo a.C., mentre in Asia Minore il suo uso era diffuso già da alcuni secoli. Il primo autore occidentale che descrive il minerale è Teofrasto nel IV secolo a.C., il quale ci informa che con il termine "kinnabari" veniva designato sia il rosso ottenuto con il cinabro, sia un rosso a base di piombo (il "minio"), inoltre che il minerale veniva estratto in Iberia e nella Colchide (regione costiera del Mar Nero).
Alcuni studiosi affermano che nel mondo greco-romano si conosceva solo il cinabro naturale. Il processo artificiale di preparazione del pigmento sarebbe stato introdotto in Occidente attorno all'ottavo secolo dagli Arabi.
Caratteristiche chimiche
formula chimica HgS
colore rosso cocciniglia al rosso bruno
lucentezza adamantina, blendacea
opacità trasparente in sezioni sottili
sfaldatura romboedrica
durezza 2-2½³ Mohs
densità 8,19 g/cm³
classificazione Strunz II/C.18-10
gruppo spaziale P 3121, P 3221
E' solubile in HNO3 e nell'acqua regia. Scaldato in tubo chiuso volatilizza senza fondere e dà sublimato nero di HgS che, per confricazione diviene di un bel colore rosso; scaldato con Na2CO3 o con cianuro di potassio dà sublimato di mercurio metallico nella parte fredda del tubo.