Capacità di scambio cationico

Negli studi sul carbone attivo, la titolazione di Bohem è stata largamente utilizzata per determinare la capacità di scambio ionico del adsorbente [23]. Una quantità pesata di adsorbente (0.100g) è stata posta dentro a una beuta.

Sono poi stati aggiunti 20 ml di una soluzione 0.1 M di NaOH. Per ottenere l'equilibrio la sospensione è stata agitata per 24 ore. Dopo la filtrazione, la concentrazione di NaOH residua è stata determinata titolando con una soluzione 0.1 M di acido cloridrico, utilizzando la fenoftaleina come indicatore.
La quantità di NaOH consumato è stata convertita in capacità di scambio cationico ed espressa in mequiv.g-1 [24].