Conclusioni

Basandosi sui dati di questo studio la sansa di olive appare come un adatto precursore di un ottimo carbone attivo attraverso l'attivazione con acido fosforico. Il carbone attivo più efficiente è ottenuto con le seguenti condizioni ottimali di trattamento: una concentrazione dii acido pari al 60% di acido fosforico, un rapporto di saturazione di 1.75, e una temperatura di pirolisi di 450°C.

Le caratteristiche di adsorbimento del carbone attivo preparato secondo queste condizioni sono comparabili e a volte preferibili a quelle precedentemente riportate per i carboni attivi in letteratura. Un deciso aumento nella capacità di uptake del rame da parte del carbone attivo è dato dalla modificazione di esso tramite permanganato di potassio.